Site icon Istituto Italiano Statale Comprensivo di Barcellona

PRIMA AVVENTURA DEGLI ESPLORATORI E DELLE ESPLORATRICI DI SARRIÀ

Con l’arrivo di Teo a scuola, gli esploratori di Sarriá si sono dati da fare per cercare di capire cosa volesse dire il messaggio ritrovato nella pallina dorata del giocoliere e hanno usato le loro menti aperte per scoprire dove potesse essere il misterioso Baule di Teodoro:
“Forse dobbiamo andare fuori per trovare il baule”, “ Sembra erba e foglie”, “ Sembra l’uva attaccata a un ramo”, “Possiamo andare a cercare un bosco d’uva”, “ Può darsi che dobbiamo scavare”, “ Possiamo cercare su internet un bosco di uva vicino alla scuola e nel bosco possiamo chiedere se conoscono Teodoro”, “Possiamo cercare sul computer dove è e cercare la mappa”, “Io ho visto con papà che con l’uva si fa il vino”, “ Sì è vero si fa pestando con i piedi”.

Dopo aver riflettuto e studiato tanto e con foto e mappe di boschi d’uva in mano, gli esploratori di p.4 e p.5 sono partiti in avventura alla ricerca del Baule di Teodoro. Lungo il cammino si vedevano tanti boschi di pigne, ma alla fine sono giunti in una fattoria, in mezzo alla campagna, dove effettivamente c’era un bosco d’uva.

Ad accoglierci c’era una gentile vecchietta la Signora Vigna, che si occupava dell’uva e che ci ha fatto entrare nel suo vigneto dove, meraviglia delle meraviglie, tra le viti abbiamo ritrovato un cestino di paglia con dentro delle foglie, su cui erano scritte delle strane parole. L’entusiasmo era tanto, però tutti insieme abbiamo deciso che sarebbe stato meglio portare il cestino con il suo messaggio a scuola, per leggerlo attentamente e soprattutto per farlo vedere anche ai bambini di p.3 che non erano lì con noi.

Non appena abbiamo lasciato la Signora Vigna, un  gruppetto di esploratori è andato a pestare l’uva appena raccolta, messa dentro dei tini e hanno cantato allegre canzoni della vendemmia.  L’altro gruppetto, invece, ha conosciuto lo strano e divertente Signor Botte, che ha spiegato loro tutto il processo della raccolta dell’uva e della preparazione del vino. Naturalmente i gruppetti si sono poi scambiati e tutti i bambini hanno pestato l’uva e ascoltato la spiegazione sull’elaborazione del vino.

Che bella giornata! Ci siamo divertiti tanto e abbiamo avuto anche il tempo di giocare all’ombra degli alberi. Siamo tornati a scuola contenti ed impazienti di andare di nuovo in avventura alla ricerca del Baule di Teodoro.

Exit mobile version