VACANZE DI NATALE

Come previsto dal Calendario scolastico (circolare n. 379, del 22 maggio 2014), le vacanze di Natale iniziano lunedì 22 dicembre 2014 e si concludono martedì 6 gennaio 2015. Le lezioni riprenderanno mercoledì 7 gennaio 2015.

Verona Stella Natale

Con l’occasione, la Dirigenza augura a tutti Buon Natale e Felice Anno Nuovo.

SCIOPERO DEL 12 DICEMBRE

Si informa che la FLC CGIL, la UiL scuola, il sindacato GILDA-UNAMS e altre sigle sindacali hanno indetto uno sciopero generale nazionale che coinvolge il personale della scuola, anche in servizio all’estero, per il giorno 12 dicembre 2014.

Allo sciopero possono partecipare solamente i docenti italiani, di ruolo o supplenti.

Si avverte che nelle classi in cui gli insegnanti hanno aderito allo sciopero non potrà essere garantito il regolare svolgimento delle lezioni, ma solo un servizio di vigilanza.

Gli studenti del Liceo non verranno ammessi a scuola alle prime ore di lezione, in caso di adesione allo sciopero dei loro docenti.

Venerdì 12 dicembre è prevista anche un’assemblea sindacale (vedi circolari n. 198, 199, 200) per la quale sono già state comunicate le ore di sospensione delle lezioni, in alcuni casi sostituite da sorveglianze. Le ore in cui non sono riuniti in assemblea gli insegnati possono comunque non tenere le loro lezioni se aderiscono allo sciopero. Mentre per l’assemblea sindacale i docenti hanno l’obbligo di comunicare alla scuola la loro partecipazione, per lo sciopero la comunicazione non è dovuta. La scuola quindi non sa in anticipo quali potrebbero essere gli insegnanti che sciopereranno.

PERSONALE DI RUOLO – TRATTAMENTO DI QUIESCENZA

Il MAE trasmette, in data odierna, il Decreto Ministeriale del MIUR relativo alla cessazione dal servizio del personale docente e amministrativo (v. allegato). La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 15 gennaio 2015.

201_Trattamento quiescenza 201a_ DM 886-14

TRASFERIMENTI D’UFFICIO E A DOMANDA

Il MAE ha pubblicato la tabella relativa ai trasferimenti d’ufficio e a domanda del personale scolastico in servizio all’estero (v. allegato).

Il Ministero si riserva la possibilità di ulteriori comunicazioni, in attesa del completamento dell’iter di approvazione del contingente per l’a.s. 2014/2015.

I trasferimenti sono subordinati al rilascio dei relativi permessi, laddove richiesti, da parte delle competenti autorità dei Paesi di destinazione e, per quanto riguarda i lettori, alla concessione del gradimento da parte delle Università.

La tabella è consultabile anche sulla pagina del sito del Ministero degli Affari Esteri dedicata alle istituzioni scolastiche all’estero.

mobilità 2014-15 assegnazioni

DICHIARAZIONE ASSENZE FAMILIARI A CARICO

Si ricorda che, a seguito del D.M. n. 103 del 9 marzo 2004, è stato adottato il regolamento concernente le modalità di accertamento dei periodi di soggiorno in sede dei familiari a carico del personale in servizio all’estero. Sulla base di tale regolamento è obbligo del suddetto personale attestare all’ufficio di appartenenza, entro il 31 gennaio 2015, se i propri familiari, nell’anno solare 2014, siano stati assenti o meno dalla sede, mediante dichiarazione sostitutiva resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Considerato l’avvicinarsi delle prossime cessazioni dal servizio al 31 agosto, per scadenza del mandato o per trasferimento ad altra sede, ed al fine di monitorare tempestivamente le eventuali situazioni debitorie dovute al superamento delle assenze consentite dei familiari a carico, si consiglia la compilazione della dichiarazione sostitutiva sia effettuata, se possibile, all’atto della cessazione del dipendente, altrimenti, nel caso di fruizione di giorni di congedo o cessazione presso il MAE, anticipandoli all’ultimo giorno di effettivo servizio.

Si allega il “Modello di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà”.

430bis_ModelloDichiarazioneAssenzeFamiliari a carico

AMBASCIATA D’ITALIA A MADRID – AVVISO DI ASSUNZIONE

Si pubblica l’avviso di assunzione di n° 1 impiegato a contratto da adibire ai servizi di Collaboratore Amministrativo nel settore traduzione-interpretariato, per le specifiche esigenze dell’Ufficio scientifico dell’Ambasciata d’Italia a Madrid.

Si allega il fac-simile di presentazione della domanda di partecipazione.

Avviso di assunzione

Fac-simile domanda di partecipazione

FORMAZIONE SICUREZZA

Si comunica che giovedì 22 maggio 2014, ore 11:15-12:15, presso il teatrino della scuola, la signora Laia Martorell della società Laborsalus-Servei de prevenció Gaudí, designata RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) dell’Istituto terrà una lezione informativa sui seguenti argomenti:
- “Plan de autoproteció”;
- prove di evacuazione.

Tutto il personale della sede di Sarrià non in servizio o che può assentarsi momentaneamente dal servizio è invitato a partecipare.

ELEZIONI EUROPEE

Comunicazione del Consolato Generale d’Italia a Barcellona.

Elezioni Europee 2014

Normativa di riferimento: Legge n. 18/1979
Tipo di voto: presso seggi istituiti in loco dall’Ufficio Consolare
Spoglio delle schede: in Italia

Informazioni generali

Ai sensi del Decreto-legge 24 giugno 1994, n. 408 possono votare all’estero per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento europeo:
- i cittadini italiani residenti in uno Stato dell’Unione europea e regolarmente iscritti all’AIRE;
- i cittadini italiani ed i familiari con essi conviventi che si trovano temporaneamente (per meno di 12 mesi) nei Paesi UE per motivi di studio o di lavoro, presentando, entro i termini di legge, apposita domanda all’Ufficio consolare competente, indirizzata al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti.
L’elettore italiano residente all’estero può anche optare per il voto per i candidati del Paese in cui risiede; in tal caso voterà presso i seggi istituiti dalle Autorità del Paese di residenza estera.
Il voto all’estero per i rappresentanti italiani si esercita presso i seggi appositamente istituiti dagli Uffici consolari.
L’elettore riceve al proprio indirizzo estero da parte del Ministero dell’Interno italiano il certificato elettorale, con l’indicazione del seggio presso il quale votare, della data e dell’orario delle votazioni.
Qualora l’elettore non riceva il certificato elettorale entro il 5° giorno antecedente quello delle votazioni, potrà contattare l’Ufficio consolare competente per verificare la propria posizione elettorale e richiedere il certificato sostitutivo per l’ammissione al voto.
L’elettore italiano residente all’estero o temporaneamente in un Paese dell’UE per motivi di studio o lavoro (che abbia presentato domanda di voto all’estero nei termini previsti), se rientra in Italia, può votare presso il proprio Comune di iscrizione elettorale: in tal caso deve farne esplicita richiesta, entro il giorno precedente quello della votazione, al Sindaco del suddetto Comune.

226bis-Residenti temporanei – Domanda di voto all’estero

Maggiori informazioni si trovano sul sito web del Consolato, nella sezione Servizi Elettorali:
http://www.consbarcellona.esteri.it/Consolato_Barcellona/Menu/In_linea_con_utente/Per_i_cittadini/Servizi_elettorali/

CORSO DI PRIMO SOCCORSO

Si informa che oggi, 5 settembre 2013, la società “Laborsalus”, che si cura della sicurezza del nostro Istituto Comprensivo, organizza un corso di primo soccorso per i docenti di Scuola dell’infanzia, cui partecipano anche alcuni docenti della Scuola primaria, parte del personale di cucina e alcuni “monitores”.

Il corso si tiene in sessione unica, dalle ore 09:00 alle ore 15:00, e tratta gli argomenti di seguito illustrati.

LABORSALUS – CURSO ESPECÍFICO DE PRIMEROS AUXILIOS

MÓDULO 1

MÓDULO 2

MÓDULO 3

Generalidades Heridas y hemorragias Lesiones producidas por agentes físicos
Anatomía y fisiología Lesiones del aparato locomotor
Ante el accidentado Rescate, movilización y transporte de accidentados
Reanimación cardiorespiratoria Posiciones de emergencia y transporte

MOBILITÀ PERSONALE SCOLASTICO

Si informa il personale in indirizzo che il MAE ha pubblicato il Decreto direttoriale 4056/2013 che indica termini e modalità delle operazioni relative ai trasferimenti a domanda del personale della scuola italiana all’estero.

Può presentare domanda di trasferimento verso le scuole statali italiane all’estero il personale che si trovi almeno al secondo anno scolastico di servizio all’estero nell’attuale sede e possa prestare almeno due anni di servizio nella nuova sede; detto personale deve trovarsi al secondo, al terzo, al sesto o al settimo anno di servizio.

Le domande dovranno essere trasmesse al MAE entro il termine del 21 agosto p.v direttamente dagli interessati via fax ai numeri 0039 – 06 – 36916706/5264. Per conoscenza il personale che intenda candidarsi dovrà contestualmente informare con il medesimo fax la propria Scuola in cui presta attualmente servizio. È consentita la revoca della domanda di trasferimento entro la medesima data (21/08/2013).

L’attribuzione del punteggio relativo alla valutazione dei titoli sarà effettuata con riferimento alla tabella A (v. allegato) del Decreto direttoriale. In applicazione delle norme sull’autocertificazione, il possesso dei titoli valutabili (anzianità di servizio, titoli professionali ed esigenze di famiglia) potrà essere autocertificato.

In data 23/08/2013 saranno pubblicate le graduatorie di ciascun codice funzione, con l’indicazione del punteggio attribuito, nella pagina “Mobilità personale scolastico estero per estero per l’a.s. 2013/14″ della sezione “Istituzioni scolastiche italiane all’estero” del sito internet ministeriale.

Entro il 26 agosto p.v. gli interessati potranno avanzare reclamo al Ministero degli Affari Esteri ai numeri di fax sopra indicati.

La pubblicazione dei trasferimenti avverrà in data 28/08/2013. Avverso i movimenti di mobilità, è ammesso ricorso al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.

459bis_Allegato A

459ter_SediDisponibili

PERSONALE MAE DI RUOLO – RESTITUZIONE AI RUOLI METROPOLITANI

In data odierna si riceve dal MAE l’Ordinanza Ministeriale MIUR n. 9 del 13.03.2013 che disciplina la mobilità del personale docente, educativo ed ATA per l’anno scolastico 2013/2014 (v. allegato).

Le modalità per l’assegnazione della sede metropolitana del personale restituito ai ruoli per completamento del periodo di servizio all’estero sono stabilite all’art. 5 del CCNI 11.03.2013 (v. allegato); le procedure e le scadenze per la presentazione delle domande sono regolate dall’art. 3 della citata OM del MIUR n. 9 del 13.03.2013.

I testi delle normativa citata, nonchè i modelli di domanda che dovranno essere obbligatoriamente utilizzati, sono reperibili sul sito internet: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/prot2548_13

RESTITUZIONE AI RUOLI METROPOLITANI PER FINE SERVIZIO

Il personale a fine mandato deve inoltrare la domanda di rientro e restituzione ai ruoli di provenienza direttamente ai competenti Uffici Scolastici Regionali – Uffici territorialmente competenti rispetto alla provincia scelta, entro il 05.04.2013 per i docenti, e entro il 28.05.2013 per il personale ATA, ai fini di consentire l’assegnazione di sede di titolarità prima delle operazioni di mobilità.

RESTITUZIONE AI RUOLI METROPOLITANI A DOMANDA

Il personale docente e ATA, in servizio all’estero, che intenda rientrare nei ruoli metropolitani prima del termine prescritto dal decreto di destinazione, ovvero non voglia avvalersi dell’eventuale mantenimento in servizio, deve inviare la domanda al MAE (DGSP – Uff. V) per il tramite delle Rappresentanze diplomatiche e gli Uffici consolari, nei termini di seguito indicati:
05.04.2013 – per docenti – presentazione della domanda di assegnazione della sede di titolarità, prima delle operazioni di mobilità, direttamente all’ USR – UT competente rispetto alla provincia prescelta;
05.04.2013 – per docenti e ATA – notifica alle Rappresentanze diplomatiche e consolari della decisione di rientrare in Italia con consegna della copia della domanda inviata all’USR competente.

Allegati

- Art. 5 del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo concernente la mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. per l’a.s. 2013/2014, sottoscritto l’11 marzo 2013;
Art. 5 – CCNI 2013

- Ordinanza Ministeriale n. 9 del 13 marzo 2013, concernente la mobilità del personale docente, educativo ed ATA per l’anno scolastico 2013/2014;
OM – MIUR N. 9

- allegato n. 1: elenco docenti soggetti a restituzione per fine servizio all’estero;
All. 1 – Restituzioni

- allegato n. 2: elenco personale in scadenza che può essere mantenuto in servizio fino al raggiungimento di un periodo complessivo di 9 anni scolastici, fatto salvo il parere favorevole dell’Ufficio Scolastico Regionale.
All. 2 – Proroghe

VACANZE PASQUALI

Si ricorda che – come comunicato nella circolare sul calendario scolastico (n. 43 del 24/09/2012) – le lezioni sono sospese per le festività pasquali da lunedì 25 marzo a lunedì 1 aprile 2013 compresi. Riprenderanno regolarmente martedì 2 aprile 2013.

La Dirigenza coglie l’occasione per augurare agli alunni, alle famiglie e a tutto il personale della scuola i migliori auguri di Buona Pasqua.

PERSONALE MAE – DOMANDE DI PENSIONAMENTO

Il MAE trasmette, in data 16.01.2013, il DM 97/2012 e la Circolare MIUR (v. allegati) riguardanti il trattamento di quiescenza per il personale della scuola.

Si fa presente che la scadenza prevista per la presentazione delle domande è al 25 gennaio 2013. Per il personale in servizio all’estero le domande possono essere presentate anche in forma cartacea.

209bis_CIRCOLARE_MIUR___ISTRUZIONI_OPERATIVE

209ter_DM 97-2012

PROSSIME ELEZIONI POLITICHE IN ITALIA

Il Consolato Generale d’Italia a Barcellona informa:

“In considerazione del prossimo termine della legislatura ad aprile del 2013, si ritiene utile ricordare che l’art. 4 della Legge 459/2001 prevede che l’elettore residente all’estero può esercitare l’opzione per il voto in Italia dandone comunicazione scritta alla rappresentanza diplomatica o consolare entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello previsto per la scadenza naturale della legislatura.
A questo proposito, si trasmette, in allegato, una nota sul diritto di voto per corrispondenza dei cittadini italiani residenti all’estero ed il modello da utilizzare da parte di coloro che eventualmente esercitassero l’ “opzione” di votare in Italia pur essendo iscritti AIRE”.

Allegato 1- Comunicato informativo opzione

Allegato 2 – Modulo opzione

14/11 – TUTTO IL PERSONALE IN SCIOPERO

Com’è noto le organizzazioni sindacali spagnole hanno indetto uno sciopero generale per mercoledì 14 novembre 2012.  Per lo stesso giorno hanno indetto uno sciopero anche i sindacati italiani CGIL, CUB, SISA, UNICOBAS e USI ATI.  Per mercoledì prossimo dunque, tutto il personale della scuola, sia quello a contratto locale, sia quello a contratto italiano, è chiamato a scioperare.

Di seguito proponiamo alcune informazioni riguardanti l’organizzazione del nostro Istituto Italiano Statale Comprensivo per il giorno dello sciopero.

CHI PARTECIPA ALLO SCIOPERO?
Allo sciopero può partecipare tutto il personale della scuola (docenti spagnoli, docenti italiani, personale di servizio, personale di segreteria, “monitores” ed addetti alla mensa).

SCUOLA CHIUSA O APERTA?
La scuola non può rimanere chiusa, ma allo stesso non può garantire il normale svolgimento delle lezioni. Organizzerà solo una sorveglianza minima, con il personale che non partecipa allo sciopero. La società che gestisce la mensa (Serunión) informa che, per gli alunni eventualmente presenti, sarà garantito il servizio mensa.
La giornata scolastica viene modificata come di seguito illustrato:
- la scuola elementare chiuderà alle ore14:30, dopo la mensa;
- la scuola dell’infanzia potrà garantire la sorveglianza solo di 25 bambini; chiuderà alle ore 13:00, dopo la mensa;
- la scuola media rispetterà il consueto orario, ma non verrà attivato il doposcuola;
- il Liceo scientifico rispetta il consueto orario.
La ditta di trasporto scolastico “Guinbus” garantisce il trasporto scolastico che comunque sarà dipendente dalla possibilità di transito per le vie della città (i responsabili Guinbus comunicheranno direttamente con le famiglie interessate dal servizio).

I GENITORI DEVONO MANDARE A SCUOLA I LORO FIGLI?
Ogni famiglia decide autonomamente cosa ritiene più opportuno fare tenendo in conto le considerazioni del paragrafo precedente, cioè la mancanza di garanzie di insegnamento e la possibilità di usufruire di una vigilanza minima.